Twitter Facebook Rss

La Sicilia è naturalmente vocata alla coltivazione della vite; ogni dominazione favorì la viticoltura, a partire dai Greci che vi importarono numerosi vitigni, per concludere con gli Inglesi, che fecero del Marsala un importante fenomeno commerciale. Attualmente il valore qualitativo dei vini di Sicilia risiede a Pantelleria e nelle isole Eolie con Moscato e Malvasia, e in alcuni territori dell'entroterra, dove Nero d'Avola, Frappato, Nerello Mascalese e altri vitigni autoctoni esprimono le potenzialità dell'isola.

Morgante

Morgante

Il nero d'avola. Se potessimo intavolare un discorso con lui, e chiedergli delle sue origini, in un dialetto molto molto stretto ci risponderebbe che con tutta probabilità arriva da Calauria, amena... continua

Nicosia

Nicosia

L’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, eruttando nei secoli quantità enormi di lava ha creato un ecosistema unico al mondo dove l’operosità dell’uomo ha sovrapposto un paesaggio agricolo a quello... continua

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie