Twitter Facebook Rss

Vinarius Collio Week

07.03.2017 · categoria: @tasting space · Commenti (0) ·

Vinarius Collio Week

Il Collio non è semplicemente un’area geografica ma un mix di elementi racchiusi in una splendida cornice. 
Qui tutto è geograficamente vicino: il mare Adriatico, le Alpi Giulie, il confine austriaco e quello sloveno, i due fiumi Isonzo e Judro, in un paesaggio fatto di vigneti curati come giardini, boschi e castelli, corsi d’acqua. E’ una terra “dura”, dalla storia difficile che ha visto mutare la nazionalità delle sue genti da austriaca a slovena per ritornare infine italiana. Ma il Collio è sempre rimasto fedele a se stesso, un territorio di confine ricco di tradizioni, abitato da un popolo fiero che nei secoli lo ha reso unico.


Il Collio è da sempre terra di grandi vini bianchi per merito della “ponka”, scaglie composte da marne ed arenarie , ricca di sali e minerali che rendono inconfondibili i suoi vini. La maggior parte delle 400 aziende del territorio sono a conduzione familiare ed ogni viticoltore ha un rapporto intimo con la vigna che viene curata come un giardino privato.

Una settimana di degustazioni: 
Vinarius Collio Week

Dal 6 al 12 Marzo 35 enoteche Vinarius si “tingono di giallo”: i vini di decine di produttori saranno in degustazione gratuitamente presso le enoteche aderenti all’iniziativa per far scoprire a tutti i winelover il meglio della produzione del Collio dando la possibilità di informarsi sulle aziende e sulla loro storia.


Vinarius si tinge di giallo

da Martedi 7 a Sabato 11 Marzo
presso La mia Cantina

orari degustazione: 
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Pinot Grigio

Colmello di Grotta

Sauvignon

Ronco Blanchis

Ribolla gialla

Livon

Friulano

Borgo Conventi

Pinot grigio Mongris riserva

Marco Felluga

Bianco “Pe ∙ Ar"

Cantina Skok

Incontro con il produttore:
appuntamento con Orietta Skok

Sabato 11 Marzo Orietta Skok, dell’omonima cantina di San Floriano, avrà il piacere di presentare di persona i suoi vini. La cantina, fondata nel 1968 dai fratelli Armando e Giuseppe, si distingueva già per l’orientamento varietale atipico per quei tempi. Negli anni 70, infatti, Tocai e Pinot Bianco erano i vitigni generalmente più diffusi nel Collio ma il “Pepi”, controcorrente, vedeva in Pinot Grigio e Sauvignon le varietà sulle quali scommettere. Partita vinta! Oggi sono questi i vini portabandiera della cantina Skok apprezzati dagli appassionati e premiati dalle guide.

Scrivi un commento

I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.


If you have trouble reading the code, click on the code itself to generate a new random code.
Security Code:
 
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie