Twitter Facebook Rss

Umbria: vino "buono" dai tempi dei romani!

07.06.2013 · categoria: @tasting space · Commenti (0) ·

Umbria: vino

Vini per arte e passione

Plinio il Vecchio e Marziale ne parlavano con toni entusiastici, il Pinturicchio e il Perugino lo pretesero come compenso per le loro opere d'arte: si tratta del vino umbro, largamente conosciuto fin dall'antichità per l'ottima qualità.
Dopo lunghi periodi infelici durante i quali prevalsero le alte rese, dal 1960 in poi l'enologia della regione raccoglie consensi e premi, confermando il proprio ruolo di spicco tra i territori più interessanti d'Italia.Tra gli autori della rinascita spiccano i nomi di alcune aziende storiche con i loro cavalli di battaglia, quelli di alcune famiglie locali, e quelli di wine-makers di fama internazionale. Nel 1988, dall'unione della famiglia Gialletti, viticoltori orvietani da generazioni, e Riccardo Cottarella, enologo di origine umbre, nasce La Carraia, e si pone l'obbiettivo di interpretare il territorio con vini d'eccellenza. Fobiano, Tizzonero, Poggio Calvelli e l'ultimo nato, Le Basque esprimono il felice connubio tra passione per la propria terra e arte di fare vino.

 

"Le Basque", equilibrio perfetto

Grechetto, il più tipico vitigno dell'orvietano e Viognier, vitigno bianco della valle del Rodano che ben si adatta al territorio umbro, questi i protagonisti di un bianco originale: Le Basque, caratterizzato dall'equilibrio dell'uvaggio; il profumo e l'eleganza del Viognier rendono gentili i tratti strutturati e duri del Grechetto, in un calice che, se da un lato rispecchia la generosità del territorio, dall'altro non tradisce gli standard qualitativi dell'azienda.

 


degustazione @ tasting space del 7 giugno 2013

La Carraia, azienda vinicola

"Le Basque" 2012
Umbria igp
Grechetto e Viognier

"Poggio Calvelli" 2012
Orvieto Classico doc
Procanico, Grechetto e altri vitigni raccomandati 

Scrivi un commento

I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.


If you have trouble reading the code, click on the code itself to generate a new random code.
Security Code:
 
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie