Twitter Facebook Rss

La Sicilia dei vini moderni

12.07.2013 · categoria: @tasting space·

La Sicilia dei vini moderni

Nero d'Avola e Malvasia di Salina in chiave moderna

E' la più grande isola italiana, ed insieme ad altre 18 occupa il cuore del mar Mediterraneo: un totale di 19 isole che si contendono le eruzioni di ben 3 vulcani, e nonostante ciò l'uomo ci vive dal 12.000 avanti Cristo... e dal 588 a.C. beve vino!
Che si sia trattato di Malvasia piuttosto che Nero d'Avola o Zibibbo poco conta: ciò su cui non ci sono dubbi è che siamo "sbarcati" in Sicilia... almeno virtualmente.
Se gli standard produttivi, vista la generosità della terra e i favori del clima hanno per molti anni privilegiato la quantità, va sottolineata la crescita qualitativa della proposta enologica siciliana che, desiderosa di sdoganarsi dai clichè di alcolicità o pesantezza, ha abbracciato negli ultimi anni stili più moderni e convincenti.
Un nuovo interesse per le proposte del territorio è veicolato, così, dalla riscoperta dei vitigni autoctoni, sia quando sono protagonisti di grandi docg, come il Frappato, sia quando rappresentano la tipicità di territori estremi quali sono le pendici dell'Etna, come il Nerello Mascalese o il Carricante, o le coste delle piccolissime Pantelleria e Salina, come Moscato d'Alessandria e Malvasia delle Lipari.
Ma la giovane generazione di viticoltori non si ferma qui: è pronta ad affrontare qualche rischio pur di sviscerare le potenzialità dei vitigni aziendali.
Il risultato sorprende, e conferma la convinzione che il patrimonio vitivinicolo siciliano abbia un potenziale molto vasto ma poco esplorato.
A fare un'eccezione, tra gli altri, sonole ultime etichette dell'azienda Morgante, da sempre sinonimo di Nero d'Avola, e le proposte di Colosi, interessanti variazioni in tema di Malvasia.

Patria indiscussa del "sapore", la Sicilia impressiona palati di ogni estrazione: non occorre essere gourmet per rendersi conto che sull'isola tutti gli alimenti freschi vantano un gusto straordinariamente intenso, nè sommeliers per apprezzare l'originalità dei vitigni autoctoni della regione.

Ecco allora spumanti metodo classico da uve coltivate su terreni lavici, uve rosse vinificate in bianco e uve dolci vendemmiate in anticipo per ottenere vini secchi.

Per esempio

Morgante ha affidato la propria produzione al vitigno più tipico delle infuocate campagne di Agrigento, l'uva più nera di tutta la Sicilia e quella che per prima ne ha rivendicato la grandezza enologica: il Nero d'Avola, appunto. Arrivati all'eccellenza con la riserva aziendale "Don Antonio", in cui frutto e tannino tessono trame setose ed eleganti, esigenze di carattere commerciale hanno imposto a Carmelo Morgante una nuova sfida: progettare un vino di più quotidiano approccio, sempre a base di Nero d'Avola. Nascono così "Scinthili", un Nero d'Avola in cui predominano frutto e succosità, e "Bianco di Morgante", Nero d'Avola vinificato in bianco che l'azienda definisce "eccentrico e tannico" e garantisce di grande impatto gustativo.

Colosi vinifica da sempre nella piccola isola di Salina, nell'arcipelago delle Eolie, le uve di 10 ettari di proprietà situati in località Gramignazzi, zona nella quale, secondo gli storici, furono piantate all'inizio del diciasettesimo secolo le prime barbatelle di Malvasia. La terra lavica, il microclima caldo e ventilato, il tipico allevamento ad alberello e le tradizionali pratiche di appassimento sulle "cannizze" permettono a Pietro Colosi di ottenere Malvasie affascinanti caratterizzate da un pregevolissimo equilibrio tra acidità e dolcezza. Esattamente questo il punto di partenza per ottenere un vino secco dalle medesime uve, vendemmiate in anticipo quando il grado zuccherino ancora non prevale sulla componente acida, e la gamma aromatica è intensa e fragrante: è quello che troverete all'interno di ogni bottiglia di "Secca del Capo"... insieme ad un po' di buona Sicilia!!

 


degustazione del 12 luglio 2013

Siciliani... eppure un po' diversi

"Bianco di Morgante" 2012
Nero d'avola vinificato in bianco


"Secca del Capo" 2011
Salina igt
Malvasia delle Lipari 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie