Twitter Facebook Rss

Il rosso che conquista

04.03.2017 · categoria: @tasting space·

Il rosso che conquista

Morro d’Alba, piccolo paese marchigiano sulla linea collinare tra Jesi e Senigallia, vanta un primato: è l’unico borgo italiano fortificato ad avere un camminamento di ronda coperto e fiancheggiato da arcate lungo tutte le mura. Nel 1167, durante l’assedio di Ancona, questa singolare cinta muraria, detta “Scarpa”, diede riparo a Federico Barbarossa che apprezzò il vino locale rendendolo noto al di là dei confini regionali. 

E’ qui, in queste colline prossime al mare dove prospera il vitigno autoctono Lacrima di Morro, che la famiglia Lucchetti ha messo radici. Nonno Armando era un mezzadro, ma soprattutto esperto e riconosciuto innestatore, quasi tutte le viti di Lacrima piantate sono state innestate da lui. Fu un tenace paladino del Lacrima che, a causa di una dissennata politica degli espianti, rischiava l’estinzione.

L’amore per questa terra e gli insegnamenti di Armando sono stati raccolti da Mario e Paolo che hanno fatto di Lucchetti uno dei marchi più riconosciuti ed apprezzati per il Lacrima di Morro d’Alba. Il nome deriva sicuramente dal fatto che la buccia dell’uva, quando arriva a maturazione, trasuda lasciando “lacrimare” il succo contenuto negli acini. Il vino è unico nel suo genere, intensamente fruttato, dall’estrema facilità di beva e piacevolezza che ne hanno decretato il successo tra i consumatori di tutto il mondo. Lucchetti, portabandiera dei vitigni autoctoni marchigiani, è anche sinonimo di Verdicchio dei Castelli di Jesi che qui esprime al meglio tutta la sua tipicità.

In abbinamento

A Fossacesia, nel cuore dell’Abruzzo, già dal 1800 la famiglia Ursini, come Armando Lucchetti, metteva a disposizione esperienza e know how per gestire i possedimenti frutticoli dei latifondisti locali. Oggi Ursini firma eccellenti extra vergini d’oliva affiancati da manicaretti che esaltano i sapori dei migliori ingredienti della tradizione mediterranea. Dall’incredibile cura in tutte le fasi della lavorazione nascono i “Pestati Ursini”, verdure ed ortaggi freschi trasformati in creme e paté per squisite bruschette. Da ricerca e creatività nascono poi i “Pestati di Bacco”, cinque insolite ricette studiate per perfetti abbinamenti fuoripasto.

IN DEGUSTAZIONE:

Pestato di peperoni freschi, Pestato di zucchine e zafferano
Pestato di baccalà e olive verdi, Pestato di olive verdi e basilico,
Pestato di asparagi, Pestato di formaggio pecorino e cipolla rossa,


Ti aspettiamo in enoteca sabato 4 Marzo per degustare assieme i vini Lucchetti che troveranno negli sfiziosi Pestati Ursini il marriage perfetto.


Lacrima di Morro d'Alba:
tra leggenda e realtà

sabato 4 Marzo
presso La mia Cantina

orari degustazione: 
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Lacrima di Morro d’Alba

Lacrima di Morro d’Alba superiore

"Guardengo"

Verdicchio dei Castelli
di Jesi classico

Verdicchio dei Castelli
di Jesi classico superiore

“Vittoria”




Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie