Twitter Facebook Rss

I vini del sale di Fabio Ferracane

24.03.2018 · categoria: @tasting space·

I vini del sale di Fabio Ferracane

La più grande isola del Mediterraneo, una terra dei sogni dalla posizione geografica privilegiata, dove monti, colline ed un mare d’incredibile bellezza offrono scenari naturali unici ed indimenticabili.

È la Sicilia, l’isola del vino, il vigneto più grande d’Italia con i suoi 110.000 ettari, terra ideale per produrre uve di altissima qualità grazie alle perfette condizioni climatiche caratterizzate da inverni miti, molto sole durante tutto l’anno e leggere brezze marine.

Fulcro del Mediterraneo, fu dominata da popolazioni diverse che nei secoli sovrapposero le loro culture ed introdussero vitigni d’origine orientale che qui trovarono il loro habitat ideale tanto da trasformare la Sicilia in un vero e proprio “continente enoico” la cui biodiversità si evince nel bicchiere.

Nella Sicilia Occidentale si trova la Riserva Naturale dello Stagnone, una vasta insenatura che dalla città di Marsala arriva alla foce del fiume Birgi, da dove si possono ammirare alte e bianche montagne di sale che si alternano ad innumerevoli vasche d’acqua dalle sfumature rosa o rosso intenso.

Qui si trovano i vigneti di Fabio Ferracane baciati dai riflessi delle Saline ed immersi nel suggestivo scenario offerto in lontananza da Favignana, Levanzo e Marettimo.

L’Azienda Agricola, nata negli anni 90, privilegia i vitigni autoctoni come Nero d’Avola, Grillo e Catarratto con un’unica eccezione sull’internazionale Merlot, coltivati su circa 7 ettari di vigneto.

Sole, sale, vento e mare influenzano inevitabilmente il carattere organolettico dei vitigni e marcano ben chiaramente la territorialità, esprimendosi in vini dal forte accento mediterraneo, caldi e sapidi che raccontano la passione per il “lento coltivare”. Fabio Ferracane ha un debole per il Catarratto che ama definire stuzzicante, gentile, elegante e rassicurante come una vera donna siciliana.

Guanciabianca è il portabandiera dei Ferracane, un bianco equilibrato, fresco, sapido con netti sentori di frutta matura, ottenuto da uve raccolte verso la metà di Settembre ed affinato sui lieviti per quasi cinque mesi.

Macerato Catarratto è invece il vino della memoria che si produceva un tempo nelle campagne dai contadini marsalesi ma rivisto in chiave moderna. Macerato per 17 giorni sulle bucce si ottiene un vino di carattere, corposo, nel gergo tecnico “dall’estratto secco elevato” da accompagnare al tonno rosso, al capretto o se capitate in luogo con “salsiccia e qualeddu”.

Elisir è la vendemmia tardiva del Catarratto, prodotto in pochi esemplari secondo l’innovativa tecnica dell’anulazione del tralcio, un vino naturalmente dolce e bilanciato, persistente ma non stucchevole.

Magico Grillo risente la brezza marina dello Stagnone e delle Saline esprimendo tutto il suo potenziale in un vino aromatico dalle piacevoli note di pesca bianca e fiori d’arancio.

Guancianera è un Nero d’Avola suadente e garbato dal caratteristico sentore di marasca e leggera speziatura finale, che assieme a Magico Merlot, un rosso francese cresciuto a Marsala nel quale l’eleganza delle origini si unisce al carattere forte della terra sicula, testimoniano tutta la potenzialità dei vini siciliani.

Ti aspettiamo in enoteca sabato 24 Marzo per una degustazione dal sapore tipicamente mediterraneo durante la quale Fabio Ferracane ti farà conoscere il carattere deciso, territoriale e marino dei suoi vini. Amunì!


I vini del sale
di Fabio Ferracane

sabato 24 Marzo
presso La mia Cantina

orari degustazione: 
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Guancianera
Nero d'Avola

Guanciabianca
Catarratto

Magico
Grillo

Magico
Merlot

Macerato
Catarratto

Elisir
Vendemmia Tardiva Catarratto

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie