Twitter Facebook Rss

GrisWine: la carica dei 100… +1!

05.03.2016 · categoria: @tasting space · Commenti (0) ·

GrisWine: la carica dei 100… +1!

“Sorgono isolati come scogli nel mare”: così descriveva i Colli Euganei il geologo inglese John Strange, intorno al 1770.

Effettivamente è  questo il paesaggio che caratterizza  la pianura padana:  da qualsiasi direzione si arrivi, colpisce questo svettare improvviso dei Monti Euganei dalla forma conica che ne svela immediatamente l’origine vulcanica e preannuncia l’essenza di un territorio antico.

Addentrandosi si scopre, poi, un mondo che nulla ha a che fare con la circostante pianura: pendii boscosi irti e scoscesi si alternano a valli ampie e luminose dove i filari dei vigneti si susseguono lasciando posto al giallo delle ginestre, a boschi di castagno, leccio e acacia. Ville nobiliari, castelli, eremi ed abbazie che si incontrano girovagando, raccontano la storia di ricchi mercanti che portarono, di ritorno da terre lontane,  preziosi vitigni orientali nelle loro dimore estive.

Nel versante meridionale degli Euganei, caratterizzato da un clima più caldo, si collocano i vigneti di Gris Wine, progetto enologico dell’architetto Stefano Gris.
Partendo dal presupposto che il territorio è un patrimonio da tutelare, la cantina si integra perfettamente nel paesaggio, scomparendo sotto il colle di Baone, dove i vigneti, in conversione biologica dal 2010, vengono coltivati naturalmente senza utilizzo di antiparassitari e pesticidi.

Ma GrisWine è anche una bella storia d’imprenditorialità ed amicizia dove l’autore ha voluto coinvolgere direttamente le persone che ama in un grande progetto comune: ne ha scelte 100 perché è un numero completo dove ogni socio “mette del suo”apportando  proprie qualità e competenze.

4  invece il numero della famiglia Callegaro dove ogni componente mette in campo passione ed esperienza per trasformare erbe, frutti selvatici e germogli spontanei del Parco Regionale Colli Euganei, in deliziose confetture, liquori e sottoli confezionati con cura sotto il marchio Agricola Scarpon.

Legati al passato  dei Colli Euganei, i Callegaro prediligono  antiche varietà del territorio: corbezzoli,  giuggiole,  germogli di pungitopo e sparasine divengono ingredienti di antiche ricette della tradizione padovana  reinterpretate in chiave moderna.

Sabato 5 Marzo, ti aspettiamo in enoteca per farti incontrare gli autori e assaporare insieme le loro specialità.


GrisWine:
la carica dei 100... +1!

sabato 5 marzo

orari degustazione:
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Novembre

Piedicero

Amolaro

Perrià

Peperoni lanterna in olio

Melanzane in olio

Confetture di:

giuggiole, corbezzoli, fichi d’india,
zucca vaniglia e brodo di giuggiole, fichi figaini


Scrivi un commento

I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.


If you have trouble reading the code, click on the code itself to generate a new random code.
Security Code:
 
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie