Twitter Facebook Rss

Alla scoperta dei sapori veneti

14.10.2017 · categoria: @tasting space·

Alla scoperta dei sapori veneti

Fino al 2007 si chiamava Tocai Rosso, ma dopo la battaglia giudiziaria iniziata negli anni 50 dove l’Ungheria ne uscì come unico custode del termine Tokaj, abbiamo imparato a chiamarlo Tai Rosso. E’ un vitigno autoctono dei Colli Berici dove ha trovato una specifica identità, benché la natura genetica sia quella del Cannonau sardo, del Grenache francese e della Garnacha spagnola.

Può essere denominato Barbarano se coltivato nei dintorni dell’omonimo comune dove è conosciuto anche come “el vin del marangon”, ossia il vino del falegname, poiché una leggenda popolare racconta di un falegname di Barbarano Vicentino, al servizio dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria, che piantò con successo delle barbatelle di Tai Rosso al ritorno da una missione in Ungheria.

Ben più attendibili sono alcuni documenti storici i quali dimostrano che i vescovi di Vicenza, feudatari di Barbarano, avrebbero portato in dono da Avignone, la città dei papi, tralci di vite provenzale del Vaucluse.

Il territorio dei Colli Berici, costellato da magnifiche ville palladiane, è ampiamente ricoperto da boschi di querce e castagni ma accoglie anche diversi paesi, ognuno con una propria identità e una propria storia. La nostra prossima degustazione ci porta a Mossano, incantevole borgo ai piedi dei Berici, conosciuto per le sue grotte preistoriche, le fontane ed i mulini ad acqua. Inizia qui,nel 1927, la storia della famiglia Pegoraro che si stabilisce in un antico convento del 1200 trasformandolo nella propria abitazione con annessa cantina. Nonno Massimo piantò le prime vigne a Mossano e scommise, in tempi non sospetti, sul Tocai Rosso (all’epoca si poteva ancora chiamarlo così!) per realizzare un “vino portabandiera” di questo territorio.

Oggi la cantina, riconosciuta tra le più interessanti del Vicentino, è condotta dal figlio Pasquale e dai tre nipoti Enrico, Alessandro e Valeria, tutti impegnati nella valorizzazione del Tai Rosso.

I Pegoraro ci credono profondamente tant’è che dallo stesso vitigno ne realizzano quattro diverse interpretazioni.

Il Tai Rosso Doc, per tutti il “vino della casa”, è un vino fresco dai caratteristici profumi di marasca, piccoli frutti rossi e gradevole chiusura in rosa canina e spezie. Rovea è la versione Riserva del Tai Rosso che con l’affinamento in legno si arricchisce in struttura e complessità. Peccato che ne venga prodotto sempre poco, quindi aspettiamo con pazienza Novembre per degustare il 2015. Il Rosé Brut viene spumantizzato con il metodo Charmat per mettere in evidenza le note fresche e fruttate. Una bollicina facile per l’aperitivo o in abbinamento a piatti delicati. Dalla continua sperimentazione nasce il Tai Rosso Metodo Classico Dosaggio Zero che vede Pegoraro unico interprete in tutti i Berici per questa tipologia: perlage fine e persistente, profumi che ricordano la mela matura e i petali di rosa, cremoso e sapido, ottimo spumante da tutto pasto.


Il Baccalà, re dei piatti della tradizione vicentina, va a braccetto con i vini del territorio che si addicono a ripulire il palato dalla sua tipica grassezza. C’è chi lo sposa con il fruttato Vespaiolo, altri vi preferiscono il “tagliente” Durello, ma diciamoci la verità: la morte sua è con il Tai Rosso!

Nel centro storico di Padova, “Sotto il Salone”, in uno dei luoghi più suggestivi e cuore nevralgico dello “shopping gourmand”, sorge da oltre 30 anni la Gastronomia Marcolin. Nella piccola boutique del gusto trovano spazio formaggi e salumi pregiati accanto ai piatti della tradizione preparati con passione e maestria. Il fiore all’occhiello della Gastronomia Marcolin è indubbiamente il Baccalà, importato direttamente dalle Isole Lofoten in Norvegia e sempre disponibile in tutte le sue varianti: mantecato oppure alla vicentina, fritto o in insalata, secco, sotto sale o anche già ammollato pronto per essere cucinato. Oltre alle ricette tradizionali non mancano le nuove creazioni che prossimamente i Marcolin proporranno anche in altri negozi di specialità.

Sabato 14 Ottobre vi aspettiamo in Enoteca per degustare assieme deliziosi bocconcini di Baccalà mantecato classico, alle olive ed al tartufo in abbinamento ai vini della cantina Pegoraro presentati direttamente dal giovane ed intraprendente Enrico.


Alla scoperta dei sapori veneti

Sabato 14 ottobre
presso La mia Cantina

orari degustazione: 
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Tai Rosso Doc

Tai Rosso Rosé Metodo Charmat

Tai Rosso Rosé Metodo Classico
Dosaggio Zero 2012

Tai Rosso Rosé Metodo Classico
Dosaggio Zero 2013

In abbinamento

Baccalà mantecato, baccalà mantecato alle olive 
e baccalà mantecato al tartufo di Gastronomia Marcolin.

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie