Twitter Facebook Rss

Infermentum e Il Roncat: storie di passione

25.03.2017 · categoria: @tasting space · Commenti (0)

Infermentum e Il Roncat: storie di passione

Subito, al primo colpo d’occhio, si percepisce che dietro Infermentum ci sono idee chiare e tanta voglia di far bene. L’originale confezione tipo “sacchetto carta pane” trasmette l’artigianalità del lievitato e la passione di chi lo produce.

La startup del progetto è Francesco Borioli, promettente ingegnere travolto dalla passione per il lievito madre. Grazie ad un forno professionale domestico, vengono sperimentate le prime specialità, l’entusiasmo di Francesco contagia ben presto gli amici Daniele, Luca ed Elisa ed i tre giovani imprenditori investono tutti i loro risparmi in un piccolo laboratorio in Valpantena.

I dolci Infermentum seguono le ricette della tradizione, sono fatti d’impasti soffici ottenuti dopo ore ed ore di lievitazione e d’ingredienti di qualità, scelti con cura certosina.

Per l’arrivo della Pasqua i nostri giovani pasticceri hanno già messo le “mani in pasta”: ecco quindi la Colombella Tradizionale, soffice con mandorle amare ed arancia candita, la versione dove i Tre Cioccolati si fondono con l’Amaretto di Saronno e la pasta d’arancio, la Torta di Rose, dolce tipico mantovano ma ricorrente anche nelle tavole veronesi. Da non perdere l’Amarbicò, il dolce che porta il sole primaverile in tavola, con morbidi pezzi d’albicocche candite ed amaretti fatti a mano.

È sempre la passione, quella per la propria terra, che anima Giovanni Dri. Ne ha fatto il testimone più importante del Verduzzo prodotto a Ramandolo ed è stato lui il primo a chiamarlo con il nome che identifica il territorio.

Vignaiolo caparbio, spigoloso ed intrattabile lo definisce la moglie Renata, non accetta compromessi ma proprio per questo suo carattere ostinato il Ramandolo ha raggiunto oggi il valore che merita.

Con tenacia coltiva da oltre quarant’anni i Roncat, scomodi vigneti impervi della piccola Nimis, nei Colli Orientali del Friuli. Neppure il terribile terremoto del 1976 riuscì a piegare Giovanni: mentre molti vignaioli vendevano le uve alle cantine sociali, lui decise che bisognava andare avanti, traslocò le cisterne all’aperto e riuscì a produrre, nonostante tutto, degli ottimi vini.

Tra il 1990 ed il 1997 venne realizzata la cantina dei suoi sogni, moderna e funzionale, dove pietra, legno e ferro ne costituiscono la forte struttura capace di resistere ai sismi. Giovanni, il “vignaiolo poeta”, racconta i propri vini come fossero delle figure femminili o degli stati d’animo: il Ramandolo è una donna formosa e verace che diventa più affascinante con l’età, il Picolit è una fanciulla fragile e sottile, nel Ramandolo Roncat vede la realizzazione dei suoi sogni, le Uve Decembrine sono la quintessenza della sua maturità. Eppure, secondo lui, i suoi vini rimangono sempre imperfetti…sarà forse l’ambizione di farli ancora più buoni?

Sabato 25 Marzo, vieni in enoteca a conoscere le squisite passioni di Infermentum e Il Roncat.


Infermentum e Il Roncat:
storie di passione

Sabato 25 Marzo
presso La mia Cantina

orari degustazione: 
10.00 / 13.00 - 16.00 / 19.30

Ramandolo DOCG

Colombella Tradizionale

Ramandolo DOCG "Il Roncat"

Colombella Ai Tre Cioccolati

Picolit DOCG

Torta di Rose

Ramandolo DOCG "Uve decembrine"

Amarbicò

Il Carpino: diario di un viaggio

18.03.2017 · categoria: @tasting space · Commenti (0)

Il Carpino: diario di un viaggio

In occasione del viaggio studio in Collio con Vinarius, la cantina che aveva maggiormente “stuzzicato” la curiosità di Mirco era Il Carpino della famiglia Sosol. Contagiati dalla voglia di approfondire eccoci quindi partire tutti assieme alla volta di Oslavia. Uscita Villesse,... continua

Vinarius Collio Week

07.03.2017 · categoria: @tasting space · Commenti (0)

Vinarius Collio Week

Il Collio non è semplicemente un’area geografica ma un mix di elementi racchiusi in una splendida cornice. 
Qui tutto è geograficamente vicino: il mare Adriatico, le Alpi Giulie, il confine austriaco e quello sloveno, i due fiumi Isonzo e Judro,... continua

‹ post precedenti

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy . ×
Grazie